post

Premier League: le squadre più costose in Inghilterra

Spendere per vincere: questo il motto che forse vince nella città di Manchester, dove le due compagini dominano la classifica dei clubs che costano di più ai loro  presidenti in termini di monte stipendi totale: Ebbene il vertice del ranking della Premier League 2016-17 vede il Manchester City primo ed il Manchester United subito a ruota al secondo posto.

Sono i Citizens di Mister Guardiola la compagine inglese più spendacciona, con un monte stipendi pari a circa 260 milioni di euro, che costituisce il primato del club degli ultimi quattro del club biancoazzurro. A ruota seguono i Red Devils di Mourinho: il club dell’Old Trafford ha visto le casse sociali aprirsi per veder volatilizzare circa 254 milioni. Sul terzo gradino del podio, il Chelsea di patron Abramovic ha speso per il suo roster ben 218 milioni di euro, per la gioia del neo-tecnico Antonio Conte.

E sul fondo della classifica? Il neo promosso Hull City, colpito da problemi societari fin dall’inizio di stagione, sborsa appena 28 milioni in tutta la stagione, a distanza siderale dai Top Team, che rimane tuttavia una cifra impensabile per le casse di un medio-basso club della nostra Serie A.

No squadra  2016-17  2015-16  2014-15 2013-14
1 Manchester City £225m £193.8m £205m £216m
2 Manchester United £220.8m £203 m £215.8m £187m
3 Chelsea £218m £215.6m £192.7m £190m
4 Arsenal £200.5m £192m £180.4m £166.4m
5 Liverpool £165.6m £152m £144m £140m
6 Tottenham £121.2m £110.5m £100.4m £112m
7 West Ham United £79.8m £69.5m £63.9m £60m
8 Leicester City £66m £48.2m  £36.6m
9 Everton £83m £74.7m £69.3m £66m
10 Stoke City £75.9m £72.3m £60.6m £55m
11 Sunderland £68.3m £71m £69.5m £55m
12 West Bromwich £65m £68.5m £65.4m £49m
13 Southampton £63.6m £59.5m £55.2m £47m
14 Swansea City £59m £51m £48.1m £55m
15 Crystal Palace £55m £54.3m  £45.7m
16 Watford £41m £29m
17 Bournemouth £34m £25m
18 Burnley £33m
19 Middlesbrough £34m
20 Hull City £25m
post

Inghilterra: il record di presenze in Manchester UTD-Arsenal del 1948

Parlare di stadi pieni in Inghilterra è cosa assai normale: ebbene, il 17 gennaio 1948, il massimo torneo inglese (l’attuale Premier League) vide stabilire il record assoluto pubblico sugli spalti. Ad assistere allo scontro Manchester United – Arsenal, terminato 1-1,  vi furono ben 83,260 persone.

Curioso che non fu l’Old Trafford ad ospitare la massa oceanica,  bensì furono i cugini del Manchester City, presso lo stadio di Maine Road a stabilire il primato poichè la casa dei Red Devils era in fase di ristrutturazione per i danni subiti nel corso della Seconda Guerra Mondiale.

La stagione interessata, 1947-48, vedeva i Red Devils al quarto posto, a nove punti dai Gunners capo-classifica ( vincitori all’andata ad Highbury) che poi trionferanno nel torneo lasciando allo United la FA Cup, piazzatisi poi secondi in classifica

Il primato del 17 gennaio 1948, tuttora resistente, è però “solo” al secondo posto nella All time inglese, battuto dagli 84,569 spettatori che affollarono gli spalti di Maine Road per il sesto turno di FA Cup fra Manchester City e Stoke City giocato il 3 marzo 1934.

Alla fine della stagione 2002-03, il Manchester City abbandonerà Maine Road dopo ben 80 anni, per trasferirsi nel nuovo stadio, oggi ribattezzato, per motivi di sponsorizzazione, Eithad Stadium. Ma ormai, i tempi delle folle oceaniche erano finiti da un pezzo, perchè la dirigenza dei Citizens nel corso degli anni provvedette all’abbattimento delle terrazze ed alla conseguente riduzione della capienza a soli 35,150, essendo stati aboliti i posti in piedi in rispetto delle norme di sicurezza.

Una volta demolito lo stadio nel corso del 2003, Noel Gallagher, membro fondatore degli Oasis e grande tifoso del Manchester City, acquistò mezza porta e due file di posti a sedere.